Il Blog dei Gatti
curiosità sui gatti neri

10 Curiosità sui Gatti Neri che (forse) non conosci

Condividi con:

Nessuno è più misterioso dei gatti neri.  In questo articolo allora riportiamo le 10 curiosità sui gatti neri che (forse) non conosci. Perchè sebbene siano stati associati a streghe malvagie e magia oscura, questi felini color carbone hanno ancora una reputazione “sfortunata” oggi.

La leggenda narra che se un gatto nero attraversa la strada che stai percorrendo, sarai beccato dalla sfortuna. Ma questa superstizione, fortunatamente, non è universale. In alcune parti del mondo più ravvedute a riguardo, i gatti neri sono considerati veri portafortuna.

Sebbene non tutto ciò che hai sentito sui gatti neri sia accurato, a volte la verità è più strana della finzione.

stranezze sui gatti neri
stranezze sui gatti neri

Il nero è un colore comune

Mentre guidi hai notato che ti hanno attraversato la strada parecchi gatti neri? Non è la tua immaginazione. Il nero è un colore molto comune del mantello tra i felini. Il melanismo felino, lo sviluppo di pellicce e pelle scure pigmentate, si verifica in molte specie esistenti di gatti domestici e gatti selvatici .

Questo perché i geni responsabili della comparsa della pelliccia nera sono dominanti. I gattini, per essere neri, hanno bisogno del colore del mantello nero di un genitore.

Sono i più adottati

Potresti aver sentito che i gatti neri hanno meno probabilità di essere adottati rispetto ai loro coetanei biondi. Tuttavia, a quanto pare, questo non è il caso.Infatti, secondo i dati compilati dall’ Aspca, i gatti neri sono in realtà adottati più spesso dai rifugi rispetto ad altri colori.

C’è da dire che il nero è un colore comune del mantello quindi un numero maggiore di gatti neri entra nel sistema di accoglienza per animali, determinando un alto numero di adozioni da rifugi per animali. Sfortunatamente, l’elevata assunzione di gatti neri significa che sono anche parecchi a non superare l’iter di adozione rispetto ai gatti con qualsiasi altro colore di pelliccia. La linea di fondo è che l’adozione di gatti neri è sempre una buona (e popolare) idea.

I gatti neri possono “arruginire”

Tra le 10 curiosità sui gatti neri che abbiamo selezionato per questo articolo, questa è una delle più esaltanti. I gatti neri possono “arruginire”. Portiamo un esempio pratico: se trascorri l’estate al mare o in piscina, i tuoi capelli potrebbero diventare più chiari. Lo stesso effetto schiarente colpisce anche ai gatti neri, che possono esibire riflessi rossi o arancioni.

Con un’eccessiva esposizione al sole, quindi, vedremo la “ruggine” dei gatti neri, che diventeranno di un colore nero-rossastro.

I gatti neri non sono tutti neri

Alcuni gatti neri sono completamente neri, compresi baffi e zampe. Ma questo non è sempre il caso normale. I gatti neri possono avere baffi neri e zampe nere, o baffi bianchi e zampe rosa. I peli dei baffi sono più spessi della pelliccia e hanno origine più profonda nella pelle. Di solito bypassano lo strato in cui è conservato il pigmento. Per questo motivo, la maggior parte dei baffi sono bianchi, anche quelli appartenenti ai gatti neri.

Il colore del cuscinetto sottostate le zampe è più spesso associato al colore della pelliccia e la maggior parte dei gatti neri ha cuscinetti neri o grigio scuro. Tuttavia, questo può variare. I gatti neri che hanno alcune porzioni di pelliccia bianca hanno più probabilità di avere macchie di rosa o bianco sulle loro zampe.

Sono attori del grande schermo

Un’altra affascinante delle 10 curiosità sui gatti neri è che sono gli attori felini più famosi di Hollywood. Felix the Cat, uno degli iconici gatti dei cartoni animati dell’era del cinema muto, sfoggia un corpo nero e una faccia bianca.

Nel 1962, 152 gatti neri fecero il provino per un ruolo nell’adattamento cinematografico del racconto di Edgar Allen Poe, “Il gatto nero“.

Più recentemente, cinque gatti neri sono stati scelti per recitare nel revival di “Sabrina the Teenage Witch“. (Salem, l’amato gattino geniale della serie, è stato in gran parte interpretato da un gatto animatronic nella corsa originale dello spettacolo.) Ma questi sono solo alcuni esempi…

Un gatto nero era il felino più ricco del mondo

Blackie non era solo un vecchio gatto nero, valeva anche $ 12,5 milioni. Quando un commerciante di antiquariato britannico di nome Ben Rhea morì nel 1988, lasciò la maggior parte della sua ricchezza alla sua amata compagna felina. (I membri della sua famiglia umana non erano inclusi nella volontà). Fino ad oggi, Guinness World Records riconosce Blackie come il gatto più ricco.

Pattugliano gli alti mari

Sin dai tempi antichi, i gatti si sono guadagnati il loro onore (e pesce) imbarcandosi sulle navi per tenere a bada i topi. I gatti neri, in particolare, erano considerati non solo cacciatori infallibili ma anche talismani fortunati. Uno dei più famosi felini marini fu Blackie, un membro dell’equipaggio del Principe di Galles dell’HMS durante la seconda guerra mondiale (è solo un omonimo del gatto più ricco del mondo visto prima). Diventò famoso dopo una foto con Winston Churchill. Dopo l’incontro di alto profilo, fu ribattezzato proprio “Churchill”.

Hanno vacanze ufficiali

Non c’è bisogno di un reale motivo per celebrare i gatti neri nella tua vita, ma se vivi in America puoi farli sentire ancora più speciali in un giorno a loro dedicato. Negli Stati Uniti, il 17 agosto è il Black Cat Appreciation Day. Sicuramente questa è una delle 10 curiosità sui gatti neri che potrebbe essere estesa a tutti i Paesi.

Dall’altra parte del globo, anche l’Inghilterra riconosce il 27 ottobre come National Black Cat Day.

C’è un gatto nero “Parlour Pantera”

Il gatto Bombay potrebbe essere l’ultimo gatto nero. Derivante da un incrocio tra un gatto Burmese ed un American Shorthair, questa razza è stata soprannominata “pantera parlor” grazie al suo bell’aspetto esotico. Anche se la Cat Fanciers ‘Association riconosce un certo numero di razze di gatto che possono avere mantelli neri, i Bombay sono gli unici che devono essere mostrati esclusivamente in color nero solido.

Il gatto nero “Mannaro”

L’eleganza del gatto Bombay non ha eguali, ma alcuni potrebbero preferire l’aspetto unico del gatto Lykoi . A volte chiamato il “Gatto lupo mannaro“, il Lykoi è una razza semi-senza peli recentemente riconosciuta che deve il suo caratteristico mantello nero a una mutazione genetica scoperta per la prima volta nelle colonie selvagge.

gatto nero curiosità
gatto nero curiosità
Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *