10 QUALITA’ FISICHE DEI GATTI CHE (forse) IGNORI

I nostri amati gatti hanno mille qualità. Ma probabilmente quelle fisiche sono le più strabilianti. Hanno un corpo naturalmente adattato ad ogni tipo di situazione, e da veri cacciatori. Scopriamo quali sono queste 10 qualità fisiche leggendo questo articolo.

MIMETISMO

qualità del mimetismo
pic from: tolik.bengal

I mantelli dei gatti possono essere di moltissimi colori e altrettanti disegni diversi. I mantelli maculati, striati, a macchie dei felini nascono cosi per rendere possibile all’animale una buona mimetizzazione in praticamente tutti gli habitat in cui possono vivere. Dalle foreste alle praterie, dalle pianure alle montagne.

COME LA TIGRE

Il gatto e la tigre hanno una particolarità comune: lo scheletro. Tutta la loro struttura ossea, infatti, è praticamente uguale. Differiscono soloper la minor profondità toracica del gatto.

SEMPRE SULLE PUNTE

I gatti, come i felini in generale, camminano sempre sulle dita. Per un essere umano questo è faticosissimo. Basta pensare alle ballerine che ricorrono alle scarpe con punta in gesso.

CONTORSIONISTA VERO

Un animale in grado di assumere posizioni assurde da vero contorsionista con la disinvoltura di un gatto è molto difficile da trovare in natura. Il loro scheletro e la loro muscolatura sono naturalmente progettati per pioegarsi in tutti i sensi. Questo essendo cacciatori serve per poter saltare, correre, arrampicarsi e anche per pulirsi, arrivando col muso a leccare tutto il corpo.

FUSA

Il gatto ha questa fantastica qualità: fa le fusa. Questo non è scontato tra tutti i felini, infatti i più grandi non lo fanno. Ai gatti è possibile fare le fusa per la conformazione del loro arco ioideo, cioè delle ossa posizionate all’attaccatura della lingua, che è del tutto ossificato. I grossi felini non riescono perchè il loro arco ioideo è cartilagineo.

ARTIGLI RETRATTILI

Gli artigli dei gatti sono retrattili. Questo vuol dire che sono protetti dentro una guaina ossea della zampa, formatasi naturalmente evolvendosi da un estensione dell’ultima falange. All’occorrenza l’animale li sfodera grazie alla rapida azione di un piccolo muscolo che li comanda.

VIBRISSE COME SENSORI

Le vibrisse sono essenzialmente i baffi del gatto. Questi sono molto di più che semplici peli però. Sono veri e propri organi sensoriali. Infatti sono provviste di terminazioni nervose che partono dalla radice e danno al gatto la misuradelle distanze e addirittura, in condizioni di scarsa luminosità, sostituiscono il senso della vista per il gatto.

qualità del gatto vibrisse
pic from: rawanbaybars

PUPILLE FOTOSENSIBILI

Una qualità fisica molto scenografica risiede negli occhi del gatto. Questi, infatti, sono organi da vero cacciatore notturno. Sono grandi in proporzione al resto del corpo, sono praticamente rotondi e anche rivolti un pò in avanti. Sono dotati di pupille che reagiscono alla luce allargandosi(per raccogliere più luce possibile) e restringendosi se la luce è eccessiva.

LINGUA PER SPAZZOLARSI

La lingua è uno strumento usato dal gatto per la propria pulizia. Ha appendici spiniformi che oltre a servire per leccare la carne e il sangue dalle ossa e per raccogliere meglio i liquidi da bere, serve anche a spazzolarsi il mantello. Questa azione evita l’arruffarsi del pelo e serve a ripristinare le sostanze odorose su tutto il corpo.

TESTATE AFFETTUOSE

I gatti in olte occasioni per dimostrare il proprio affetto sono solito usate dolci testate. Non è difficile osservare animali che vivono insieme darsi reciproche testate a dimostrarsi l’amore e l’amicizia. I gatti domestici hanno questo tipo di dimostrazione anche verso gli umani che li accudiscono. I giovani lo fanno anche alle femmine in segno di eccitamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *