ACCAREZZARE IL GATTO: Dove e come farlo

Condividi con:

Se hai posseduto dei gatti o semplicemente se hai avuto a che fare con loro qualche volta, probabilmente avrai notato che sono creature a volte imprevedibili. Ti accolgono nella loro vita e nei loro spazi, ma secondo le loro regole. Erogano tanto affetto e gesti d’amore, ma alcune accortezze nei loro riguardi non possono essere derogate. Anche quando si tratta di semplici carezze. Queste regole feline possono sembrare arbitrarie o difficili da indovinare. Per fortuna ce ne sono alcune abbastanza coerenti che puoi seguire per accarezzare il gatto in maniera sicura e renderlo il più felice possibile. In questo articolo abbiamo selezionato alcuni semplici consigli. Continua a leggere.

accarezzare il gatto
accarezzare un gatto

Dove accarezzare il gatto

Tra i molti comportamenti particolari dei gatti c’è l’abitudine di sfregare i loro volti sulle superfici come angoli di tavoli e divani. La buona notizia per noi è che questo comportamento può servire da guida per dove accarezzare il gatto e renderlo felice. I felini sfregano il viso sui mobili e oggetti, e allo stesso modo sulle persone, per diffondere il loro profumo. Questa diffusione di feromoni gli è gradita perché rende, ai loro sensi di gatto, l’ambiente più familiare, quindi abbassa anche lo stress o la diffidenza.

Allora possiamo dire che ai gatti piace essere accarezzati nelle aree in cui sono concentrate le loro ghiandole odorifere. Queste sono le aree in cui si sfregano, come detto poc anzi, contro il divano, il tiragraffi o le nostre gambe. Questi punti sono:

  • Le guance
  • La base del mento
  • La base delle orecchie
  • La base della coda

Se noti il tuo gatto usare uno di questi punti su di te, vuol dire che ti sta contrassegnando come “sua proprietà”.  Ciò vuol dire che puoi essere felice, il tuo gatto ti ama . Grattare o accarezzare delicatamente queste aree di solito fa sentire bene i nostri amici a quattro zampe. Quindi, tranquillamente, possno essere contrassegnate come zone sicure dove accarezzare il gatto e restituirgli un gesto d’affetto.

Importante informazione da non sottovalutare è che è stato provato scientificamente che accarezzare un gatto, tenerlo in braccio e passare le mani sul suo soffice manto aiutare ad abbassare i nostri livelli di stress, e ci fa vivere più a lungo. Abbiamo scritto addirittura un articolo a riguardo. “Avere un gatto allunga la vita”

Dove non accarezzare

Sebbene ci siano certamente delle eccezioni, è molto prudente evitare di accarezzare un gatto sulla pancia. Secondo alcuni veterinari e comportamentalisti felini c’è una spiegazione scientifica a tutto ciò. Possiamo affermare che mentre i cani sono generalmente abbastanza sicuri da accarezzare sulla pancia, anzi, cercano quella posizione anche in natura per segnalare sottomissione, per i felini non è la stessa cosa.

I gatti, infatti, in natura adottano la posizione a pancia in su non per sottomettersi, ma per avere più armi da usare. Quattro zampe con artigli ben affilati.  Essendo naturalmente predatori, ma anche prede, sono più protettivi delle loro pance, che ospitano organi vitali.

Questo è un discorso di linea generale. Ovvio è che ci sono eccezioni e alcuni gatti, soprattutto quelli domestici che vivono in casa, possano godere di un bel massaggio alla pancia. Tuttavia, accarezzare il gatto nella zona del ventre richiede prudenza, soprattutto se non si conosce l’animale o parliamo di gatti randagi.

Segnali di avvertimento del gatto

Come probabilmente saprai, tutti i gatti sono diversi e le preferenze di coccole possono variare da gatto a gatto. Questo articolo vuole servire solamente da guida, ma ovviamente non sarà così per ogni animale. 

La regola che possiamo definire con sicurezza per ognuno di loro però c’è ed è questa: rispetta sempre le preferenze di un gatto: ti faranno intendere cosa gli piace e cosa non gli piace e noi dovremo agire secondo le loro volontà.

Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *