Il Blog dei Gatti

BOBTAIL GIAPPONESE: il gatto dalla coda mozzata

Condividi con:

Il Bobtail giapponese è il simpatico gatto da cui deriva il maneki neko,
la piccola statuetta giapponese con la zampa che saluta ritenuta portafortuna. Il gatto è detto anche “della fortuna” o “del denaro”. Leggiamo il perchè nell’articolo che segue.

STORIA DEL BOBTAIL GIAPPONESE

bobtail giapponese statuetta maneki neko
pic from: japanroomfinder

Le origini di questa specie possiamo affermare che, come succede per razze di gatto molto antiche, sono ignote. Come per altre specie delle quali non si hanno certezze, anche questa razza affonda le proprie origini unicamente nelle leggende e nei racconti tradizionali, in questo caso giapponesi. Probabilmente non riusciremo mai a capire come e in che modo sia avvenuta la prima mutazione genetica. Quella dalla quale sono nati i primi gattini con la caratteristica coda “mozzata”. In valutazione per la definizione ci sono alcuni scritti dell’anno ‘1000. Questi ultimi, ritrovati in giappone, riportano le prime raffigurazioni conosciute del BoibTail.

Comunque non dovrebbe essere originario proprio del Giappone. Pare che la ricostruzione della storia li riporti ad essere stati trasportati dalla Cina o dalla Corea. Presi a bordo delle navi al fine di evitare che i topi proliferassero all’interno delle stive. Sicuramente la sua razza è più antica del suo cugino Bobtail Americano. La storia dell’americano è più recente e nota. E’ noto addirittura il suo capospipite. Un gattino chiamato Jodie ritrovato da due coniugi passeggiando in Arizona.

Per certo sappiamo che alcuni esemplari di Bobtail Giapponese arrivarono negli stati uniti nel 1968 ad opera di alcuni militari che li trasportavano a bordo di una nave della marina. Vedendo la sua caratteristica unica alcuni allevatori se ne interessarono iniziarono a sviluppare i primi programmi di selezione. Questa continuò a progredire fino al 1979 quando la razza più riconosciuta in maniera ufficiale da TICA.

CARATTERE

Il Bobtail giapponese è un animale molto determinato. E’ anche molto testardo e risulta difficile da addestrare, anche in comportamenti base. È estroverso e tende a combinare un po’ di guai in casa. La sua giornata tipo, infatti, è fatta di gioco e di esplorazione e non tanto di riposo. Su alta vivacità è paragonata a quella del gatto abissino. Quindi se volete ospitare in casa un gatto che passi le sue giornate ad oziare sul divano il bobtail giapponese non fa per voi. Miagola molto, ma il suo verso è quasi come un canto, una melodia. Tutte le sue emozioni in qualsiasi circostanza le comunica così.

FORSE NON SAPEVI CHE…

bobtail giapponese color marroncino
pic from: uri_to_ikura

Il gene che determina la sua caratteristica principale, cioè la coda mozzata,non si può controllare e fa sì che nessuno esemplare anche della festa cucciolata abbia la coda identica all’altra.

I suoi cugini sono i Bobtail americani.

Fuori dei confini del Giappone e degli Stati Uniti è una razza praticamente sconosciuta.

Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “BOBTAIL GIAPPONESE: il gatto dalla coda mozzata”