Il Blog dei Gatti

COME LAVARE IL GATTO.(quando è necessario)

Condividi con:

I felini e l’acqua potrebbero non sempre andare d’accordo. In effetti i gatti , specialmente le razze a pelo corto, non andrebbero sottoposte a bagni, almeno frequenti. Delle volte, però,per condizioni particolari dovute a più fattori, non c’è modo di evitare il bagno. In questo articolo presentiamo un mini-tutorial su come lavare il gatto nella maniera corretta per non provocargli stress.

come lavare il gatto
come lavare il gatto

Come prepararsi a lavare il gatto

La premessa è d’obbligo. I gatti e tutti i felini provvedono sa soli alla loro toelettatura e lo fanno in maniera molto accurata e minuziosa. Dedicano molto tempo a questa pratica e questo li porta, soprattutto nelle razze a pelo corto, a non aver bisogno di fare il bagno.

Ci sono momenti, pero’ nei quali potrebbe essere necessario farlo. Un semplice episodio di scorretto uso della lettiera, gatti che vivono in semi-libertà che tornano a casa sporchi, o gatti a pelo lungo che non riescono a provvedere da soli a tale pulizia. Ci sono da inserire all’interno di queste opzioni anche ragioni mediche, per le quali chiaramente ci faremo guidare dal nostro medico veterinario. Il nostro articolo riporta consigli su come lavare il gatto quando si è sicuri sia davvero necessario.

Prima di iniziare le varie fasi per lavare il gatto, potrebbe essere buona cosa tagliargli le unghie per ridurre il rischio di graffiarsi. Anche spazzolare il tuo gatto per rimuovere eventuali nodi prima di bagnare completamente il suo pelo. 

Una volta portate a termine queste semplici operazioni, riempi la vasca o il lavandino con qualche centimetro di acqua calda, ma non bollente. Il gatto ci segue sempre in bagno quindi probabilmente sarà già vicino a noi, ,ma il consiglio è di procedere con lui in un’ altra stanza. Questo perchè il rumore dell’acqua corrente potrebbero spaventarlo, o peggio ancora, insospettirlo. Dopo non sarà facile convincerlo a tornare..

Riempi anche una brocca grande (o un paio di tazze grandi) con acqua calda. Utilizzerai quest’acqua per sciacquare il gatto dopo essere stato lavato. Non risciacquarlo con il soffione della doccia o il rubinetto: la pressione e il rumore possono spaventarlo o indispettirlo. È anche una buona idea indossare indumenti protettivi: una camicia a maniche lunghe e guanti di gomma.Non si sa mai. Possiamo informarci sul come lavare il gatto, ma non possiamo conoscere le sue reazioni quando lo metteremo avanti alla nostra decisione.

COME PROCEDERE AL BAGNO DEL GATTO

Due mani sono meglio di una. Se puoi ricevere aiuto, chiedi ad un familiare di aiutarti fare il bagno al gatto. Sarà questa persona a trattenere e calmare il gatto mentre sarai intento a lavarlo e asciugarlo.

Ora porta il tuo gatto nella stanza da bagno e mettilo nella vasca. Mantieni la calma durante tutto il processo (se sei nervoso anche il tuo gatto sarà nervoso) e non combattere, non fare forza e non tentare mai di sopraffarlo. Se il tuo gatto resiste con eccessiva tenacia al bagno, stoppati. Bagna solamente zampe e piedi e prova il giorno successivo. 

Una volta che tu e il gatto siete pronti al bagno,inizia il divertimento. Parti a lavare il collo e procedi verso la schiena, la pancia, le gambe e infine la coda. 

Tieni lo shampoo lontano dagli occhi e dalle orecchie, usando un panno umido per pulire delicatamente il viso. Usa solo shampoo per gatti: lo shampoo per persone e persino lo shampoo per cani possono essere dannosi per i gatti. Servono prodotti e detergenti studiati appositamente per i gatti e, meglio ancora, per le loro specifiche razze. Sulla nostra pagina Influencer Amazon trovi una selezione specifica di prodotti per gatti. Accedi pure da questo link: LMC AMAZON INFLUENCER.

Per pulire le orecchie, utilizzare un batuffolo di cotone, mai un Q-tip o qualsiasi altra cosa che deve essere inserita nell’orecchio. Quando hai finito lo shampoo, usa la brocca di acqua calda per sciacquare a fondo il gatto (ricorda, non usare il soffione o il rubinetto per sciacquare). È importante rimuovere tutto lo shampoo dal mantello. Una volta sciacquato, avvolgi il tuo gatto appena pulito in un asciugamano e asciuga delicatamente l’acqua. Se l’asciugamano si bagna, usane un secondo. 

Se hai un gatto a pelo lungo, spazzola il mantello per rimuovere i grovigli e usa un asciugacapelli per riscaldare, non caldo, per accelerare le cose. Infine, dai al tuo gatto una sorpresa. Non è solo una ricompensa per aver sopportato questo bagno: è anche un modo per far aspettare il tuo gatto al prossimo che deve prendere. Chissà? Forse il tuo gatto finirà finalmente la faida tra felini e acqua. 

È importante rimuovere tutto lo shampoo dal mantello. Una volta sciacquato, avvolgi il tuo gatto appena pulito in un asciugamano e asciuga delicatamente l’acqua. Se l’asciugamano si bagna, usane un secondo. Se hai un gatto a pelo lungo, spazzola il mantello per rimuovere gli eventuali nodi. Puoi usare anche un asciugacapelli se il gatto non ne risulta infastidito, non caldissimo, per accelerare l’asciugatura. Infine, dai al tuo gatto una bella ricompensa.Il suo snack preferito andrà benissimo. Non è solo una ricompensa per aver sopportato questo bagno ma anche un incentivo per le prossime volte dopo le quali gli spetterà.

come lavare il gatto
come lavare gatto domestico
Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *