FIV GATTO: Il virus dell’immunodeficienza felina

Condividi con:

FIV gatto è una malattia felina è causata dall’infezione da virus dell’immunodeficienza felina (FIV). Questa malattia virale interferisce con il sistema immunitario del gatto infetto ed è potenzialmente fatale.
La FIV NON è lo stesso virus del virus dell’immunodeficienza umana (HIV), che causa gli AIDS umani. Anche se la FIV è correlata all’HIV, nessun essere umano è mai stato segnalato come infetto dalla FIV.

virus fiv gatto
gatto affetto da FIV

FIV GATTO E TRASMISSIONE

La FIV GATTO si diffonde principalmente mordendo ma può anche essere trasmessa da una gatta ai suoi cuccioli attraverso la placenta o attraverso il latte. È stato riferito che tra il 14% e il 29% dei gatti in Australia e Nuova Zelanda risultano positivi alla FIV. I gatti all’aperto sono a maggior rischio di malattie, soprattutto se combattono con altri gatti.


Dopo l’infezione c’è un periodo di lunghezza variabile durante il quale il virus vive nel corpo del gatto ma non può causare il malessere del gatto. Il tempo medio tra l’infezione e l’inizio dei sintomi correlati al virus è di 7 anni, ma può durare fino a 10 anni o anche meno di un anno.
Molti gatti infetti inizialmente non mostreranno alcun segno di infezione da FIV, ma alcuni mostreranno alcuni sintomi iniziali come;

  • Febbre
  • Perdita di appetito
  • Diarrea
  • letargo
  • Linfonodi ingrossati

Generalmente questi sintomi si risolvono e il gatto apparirà sano per un periodo di tempo prima di iniziare a mostrare altri sintomi della malattia mentre progredisce.
Molti dei sintomi mostrati dai gatti con FIV sono dovuti alla soppressione immunitaria causata dalla malattia piuttosto che come effetto diretto del virus stesso.

I sintomi che possono verificarsi sono;

  • Problemi dentali e gengive infiammate
  • Perdita di peso
  • Alcune forme di cancro sono più comuni nei gatti con infezione da FIV (linfoma, carcinoma e sarcoma)
  • Perdita di appetito
  • Depressione
  • Infezioni dei sistemi di organi correlate alla soppressione immunitaria causata dal virus (respiratorio, del tratto urinario, gastrointestinale, ecc.)
  • Diarrea
  • Anemia (basso numero di globuli rossi)
  • Basso numero di altre cellule tra cui globuli bianchi e piastrine
  • Linfonodi ingrossati
  • Infezioni o insufficienza renale
  • Anomalie comportamentali (demenza, nascondimento, roaming, rabbia, minzione inappropriata e defecazione)
  • Infiammazione dell’occhio

TEST PER FIV

Man mano che la malattia progredisce, il sistema immunitario del gatto diventa troppo debole per combattere altre infezioni o malattie e, di conseguenza, il gatto alla fine morirà per una di queste infezioni successive.
Un esame del sangue può dirci se il gatto è stato esposto al virus da 60 giorni dopo la prima infezione del gatto. Normalmente eseguiremo questo test di screening nel nostro laboratorio clinico e, se il risultato è positivo, invieremo un secondo campione a un laboratorio esterno per la conferma.

I cuccioli possono essere testati per la FIV, ma a volte gli anticorpi che ricevono nel latte materno possono interferire con il test e causare un falso risultato. Se i cuccioli risultano positivi al test, devono essere testati nuovamente dopo aver raggiunto i 6 mesi di età per assicurarsi che il risultato del test positivo sia corretto.

gatto con FIV
FIV nei gatti

CURA DELLA FIV GATTO

Sfortunatamente non è stato trovato alcun trattamento efficace per l’infezione da FIV. Tutto ciò che possiamo fare è stare all’erta per i primi segni di malattia e trattare eventuali infezioni e problemi che si sviluppano quando si presentano.
I gatti FIV positivi devono essere tenuti al chiuso sia per limitare la loro esposizione alle infezioni sia per prevenire la diffusione dell’infezione ad altri gatti. 

Tutti gli altri gatti domestici, se testati negativi per la FIV, possono essere vaccinati per cercare di evitare che anche loro vengano infettati. Tuttavia, poiché il virus si diffonde principalmente mordendo, se i tuoi gatti vivono pacificamente insieme e non combattono, è probabile che non si infettino l’un l’altro.
Se i tuoi gatti non hanno la FIV, esistono diversi modi in cui possiamo provare a prevenire l’infezione;

  • Mantenere il gatto in casa e limitare l’esposizione ad altri gatti
  • Se stai introducendo un nuovo gatto a casa tua, allora è meglio testare prima il nuovo gatto per FIV.
  • Se il tuo gatto ha il miglior test ed è negativo per la FIV, allora può essere vaccinato contro la malattia.

VACCINAZIONE FIV GATTO

La vaccinazione FIV consiste in un ciclo iniziale di 3 vaccinazioni a distanza di 2-4 settimane, quindi un ripetitore annuale. La vaccinazione ha dimostrato di proteggere l’82% dei gatti vaccinati.
I gatti devono prima essere testati per la FIV e devono essere negativi affinché possano essere vaccinati.
Raccomandiamo vivamente che tutti i gatti vaccinati ricevano anche un microchip inserito al momento della loro prima vaccinazione se non sono già sottoposti a microchip. 

Questo perché una volta che un gatto è stato vaccinato contro la FIV, si mostreranno positivi sui test per la FIV. Ciò accade perché i test per la FIV raccolgono anticorpi contro il virus nel sangue del gatto. La produzione di anticorpi è il modo in cui il corpo del gatto reagisce sia alla vaccinazione che al virus. Il risultato positivo del test FIV nei gatti vaccinati non significa che abbiano AID felini, mostra semplicemente che hanno prodotto anticorpi per proteggersi dal virus. In molti rifugi per animali, sterline, ecc., I gatti vengono testati per la FIV e se i positivi possono essere messi a dormire.

FIV aids felina
FIV Immunodeficienza felina

Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *