LEGGENDE: Gatti e rapporti con l’oscuro

Condividi con:

La storia dei nostri amici gatti è contornata di miti e leggende. Molte li elevano a grandi attori delle nostre vite. Altre, purtroppo, sono bastate a far sì che venissero messi all’angolo. Molte addirittura li hanno visti oggetto di atroci persecuzioni. In questo articolo riportiamo in breve sintesi alcune leggende, da leggere con senso critico e da usare come riflessione affinchè il felino più amato del mondo non venga più maltrattato e sia sempre nelle nostre più amorevoli attenzioni.

Leggende

leggende gatto e strega
pic from: caitlinmccarthyart

I secoli del Medioevo sono stati probabilmente i più oscuri per i nostri cari gatti. Soprattutto i gatti neri sono stati decimati a seguito delle credenze e dell’ignoranza dell’uomo dell’epoca. La stregoneria era la risposta a tutti i malesseri dell’uomo. Streghe e gatti erano i responsabili e dovevano essere combattuti a tutti i costi.

Si credeva che i gatti fossero il corriere dell’anima del Diavolo, che trasportava gli spiriti verso l’inferno. Si diceva che i tre peli sulla punta della loro coda fossero “i peli del diavolo”. Questo costringeva il felino a rimanere sveglio tutta la notte, aggirandosi nelle zone più oscure quando tutti i cristiani dovevano dormire.

Nel Sud America, d’altra parte, si pensava che chiunque avesse ucciso un gatto sarebbe stato punito dal diavolo stesso. Chi invece, per il crimine minore di aver dato un calcio a un gatto, sarebbe stato punito con dolori e reumatismi a vita.

In Europa si diceva che i gattini nati alla fine della stagione delle more fossero particolarmente sfortunati. Questo perché quando Satana fu buttato fuori dal Paradiso, verso la fine dell’estate, cadde sui rovi delle more, che quindi si permearono di malizia che trasmettevano ai gattini.

leggende gatto nero
pic from: teampdsa

Altro periodo molto critico per i gatti, soprattutto neri, fu il cristianesimo. Furono oggetto di vere e proprie persecuzioni perchè associati alla magia nera e alla stregoneria. I primi cristiani credevano che se un gatto sedeva su una tomba, l’anima del defunto era posseduta da Satana. Inoltre, se due gatti venivano visti combattere su una tomba durante un funerale o vicino a una persona morente, si credeva che fossero un angelo e un diavolo in forma di gatto che combattevano per l’anima di quella persona.

zooplus.it
Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *