Il Blog dei Gatti

LETTIERA: insegnare al gattino il giusto uso

Condividi con:

I gatti sono per natura animali pulitissimi e provvedono da soli alla loro toelettatura. Sono molto disciplinati. Addirittura è un sintomo di benessere quello di pulirsi leccandosi, anche piu volte durante il giorno. Il loro senso di igiene è innato, e lo è anche quello di usare la lettiera igienica. Vediamo come insegnare al gattino ad usarla correttamente.

Uso lettiera dei gattini

lettiera gatto nero
pic from: modkat

I gattini , come già accennato, da piccolissimi imparano l’igiene grazie agli insegnamenti di mamma gatta. La mamma, infatti, dal secondo mese di vita conduce i gattini a fare i propri bisogni o in un angolo del giardino (se vivono all’aperto) o nella propria lettiera (se vivono in appartamento). Chiaramente insegna anche a coprirli, istinto naturale per non lasciare tracce odorose. Seguendo ed imitando la mamma in questi comportamenti tutti i gattini non faranno piu’ bisogni altrove. Riconosceranno sempre la lettiera come unico posto.

In alcune situazioni potrebbe servire che a fare le veci di mamma gatta debba essere un umano. Potrebbe succedere che alla mamma sia successo qualcosa e i gattini siano stati adottati alla nascita. Oppure come avviene piu’ spesso, siano stati tolti alla mamma per essere portati a casa prima che abbiano compiuti due mesi di età. I gattini allora faranno i bisogni in giro solo perchè nessuno gli ha isegnato a non farlo.

A questo punto facciamo un passaggio propedeutico su alcuni accorgimenti che ci faciliteranno l’insegnamento.

Consigli sulla lettiera

Facciamo seguire alcuni semplici consigli che faciliteranno l’insegnamento all’uso dellalettiera:

Scegliere una letteria spaziosa ma con i bordi non ancora troppo alti. Potrebbero essere un ostacolo per il piccolo gattino. Inoltre non dovrebbe essere, almeno nelle prime fasi, una cassetta chiusa. Il gattino potrebbe essere spaventato dalla porta da aprire a spinta o dal restare chiuso in tale ambiente.

Usare una sabbia per gattini. E’ piu sottile e non rischia di impigliarsi tra le zampe.

Posizionare correttamente la lettiera. Deve essere messa in un luogo un pò appartato ma comunque facile da raggiungere. Magari non sul terrazzo o dal lato opposto dell’appartamento cosi da essere velocemente raggiungibile dal gattino appena sento lo stimolo, altrimenti potrebbe “non fare in tempo”. Non andrà posizionata assolutamente vicino alle sue ciotole per il cibo.

Insegnamento al gattino

I gatti sono animali molto intelligenti e insegnargli a fare i bisogni nella lettiera non sarà molto difficile. Il consiglio è quello di accompagnare il gattino, anche con il nostro aiuto, alla cassettina già dalla prima volta che entra in casa. Farlo salire sulla sabbietta ed invitarlo a scavare con le zampine anteriori, anche solo per qualche momento, magari facendolo noi con un dito in modo che possa imitarci. A molti gattini già questa semplice azione basta a fargli capire che quell’oggetto sarà la loro toilette. Dopo ci si dirigeranno autonomamente ogni volta chene sertiranno l’esigenza fisiologica. Se copmunque dovesse capitare che il gattino faccia bisogni in giro, basterà, con pazienza e delicatezza, fargli annusare le prorie feci e accompagnarlo a risalire nella letttiera ripetendo il geto dell’inizio. Il gattino capirà da questo e non lo rifarà.Con

Conclusione

lettiera gatto persiano
pic from: modkat

Attenzione a pulire quotidianamente la lettiera. I gatti hanno un olfatto molto sensibile, ed essendo animali molto esigenti potrebbero rifiutarsi di usarla se trovata sporca. Attenzione anche all’uso di spray o sabbie deodoranti che potrebbero indurlo allo stesso comportamento.

Puoi approfondire l’argomento in questo articolo: “Lettiera: 3 motivi che allontanano il gatto”

Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *