Il Blog dei Gatti

SCOSSA ELETTRICA GATTO: COSA FARE

Condividi con:

Scossa elettrica gatto. Questo evento per il nostro amico a quattro zampe puo’ essere una situazione grave e occorre agire tempestivamente. Leggiamo alcuni consigli pratici sul comportamento da adottare.

Scossa elettrica gatto: aspetti generali

scossa elettrica gatto
pic from: liramena_cat

La curiosità e la tendenza a toccare e mordere tutto ciò che trovano sono espressioni del carattere di tutti i gatti. Questo fa si che i nostri animali, in particolare se cuccioli, corrano spesso dei rischi. Nell’articolo seguente prendiamo in esame il rischio di venire a contatto con fili elettrici e prese di corrente che purtroppo non sempre sono adeguatamente protetti.

Nella maggior parte le scosse non sono ad alta intensità. Il nostro gatto non sarà in pericolo di vita e avrà ricevuto solo una bella lezione: non usare le prese o i fili come giocattoli da mordicchiare. Nei casi più sfortunati, dove avviene una vera e propria folgorazione elettrica il discorso cambia. Le lesioni che si possono presentare sul corpo del gatto saranno verosimilmente localizzate a livello del cavo orale o delle zampe. Si presenteranno come ustioni a livello locale. Gli effetti del passaggio dell’elettricità attraverso l’organismo invece si manifestano come uno shock. Questo porterà la graduale diminuzione della pressione sanguigna e alterazione dell’attività cardiaca. Potrebbe essere conseguente la perdita di coscienza.

Scossa elettrica gatto. Se uno dei nostri amici ha subito uno forte shock elettrico la situazione è grave e occorre agire tempestivamente. Chiamare subito il soccorso veterinario. Come in ogni situazione di rischio il consiglio è sempre lo stesso: MANTENERE LA CALMA. Facile a dirsi ma non a farsi. Vero. Ma in pochi attimi abbiamo in mano le sorti di un essere vivente e il nostro soccorso puo’ cambiare il corso dell’evento.

La gravità dei sintomi generali dipende dall’intensità e dalla durata della scossa: l’animale può presentare contrazioni muscolari, convulsioni, fibrillazione cardiaca, edema polmonare e stato di incoscienza. Se il gatto non dà alcun segno di vita sarebbe opportuno praticare il massaggio cardiaco. Anche la respirazione artificiale andrebbe associata in attesa dell’intervento del veterinario.

scossa elettrica gatto
pic from: napo_le_belge
Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *