temperatura corporea gatto

Temperatura corporea gatto: Qual’è e come si misura

Condividi con:

Sappiamo tutti che i gatti amano i luoghi caldi e accoglienti. Questo è uno dei tanti motivi per cui potresti trovarli a sonnecchiare nella tua camera da letto o addirittura nel tuo guardaroba, rannicchiati in un nido disordinato fatto dai tuoi vestiti. I gattini adorano davvero il calore, ma ciò non significa che si raffreddino facilmente come facile pensare. Colpi di calore e febbre sono comuni per molti gatti che vivono in appartamento. Inoltre, condizioni come l’ipotermia e i raffreddori comuni , diffusi tra gli esseri umani, possono colpire anche gatti di tutte le razze ed età, indipendentemente dal paese in cui risiedono. Simile a quella di tutti gli organismi viventi, la temperatura corporea gatto può scendere o aumentare a seconda di una varietà di fattori. A volte sono interne – come la gravidanza o le malattie. Se il tuo gattino è davvero incinta o malato, misurare la sua temperatura è essenziale per cogliere il problema in tempo.

Qual è la normale temperatura corporea di un gatto?

I felini hanno una temperatura corporea interna simile a quella dell’uomo.  Naturalmente, i gradi effettivi dipendono anche dalla specie alla quale appartengono. Ad esempio, i gatti Sphynx e altre razze di gatto senza peli hanno una temperatura più elevata rispetto alle loro controparti più pelose.

La temperatura corporea interna del gatto è compresa tra 99,5 e 102,5 gradi Fahrenheit. O in altre parole, tra 37,5 e 39 gradi Celsius. Se la temperatura interna del tuo gatto supera i 39,5 °C (103,5 F), allora il tuo amico con la coda ha la febbre. La diminuzione o l’aumento della temperatura è un chiaro segnale che il felino richiede cure mediche e va coinvolto prima possibile il veterinario.

temperatura del gatto domestico
temperatura del gatto

Come controlli la temperatura del tuo gatto?

Il modo più accurato è utilizzare un termometro digitale rettale realizzato appositamente per gatti. Puoi richiederlo al veterinario, comprarlo in un negozio di animali specializzato o più semplicemente online. Sono precisi e alcuni sono addirittura flessibili, il che rende le cose ancora più facili per i proprietari inesperti o soprattutto per i gatti più contrariati.

Come suggeriscono molti veterinari, il modo migliore per misurare la temperatura corporea al gatto è usare un lubrificante, come la vaselina, e un termometro apposito. (Se ci sono urgenze e non si riesce a reperire in tempo si può usare un termometro pediatrico). Importante è dare sempre una ricompensa all’animale, magari il suo snack preferito, dopo aver terminato la misurazione.

Tieni presente che il compito non sarà qualcosa di piacevole per il tuo amico felino. Prepara correttamente il termometro con il lubrificante e fai molta attenzione quando inserisci il termometro nell’area rettale del tuo gatto . Puoi usare coperte o asciugamani caldi per assicurarti che non ci siano incidenti tipo graffi o morsi. E non dimenticare di usare sempre un tono di voce leggero e rilassante mentre prepari il gatto a questa misurazione.

Assicurati sempre di aver pulito a fondo il dispositivo dopo ogni utilizzo.

Se proprio non ti senti in grado o sicuro di inserire il termometro rettale al tuo gatto, consulta il veterinario e vai a visita. Tuttavia, il consiglio è di tenerne uno a casa e di imparare come usarlo per ogni emergenza dovesse presentarsi. Andare dal veterinario solo per misurare la temperatura al gatto potrebbe essere uno spreco di tempo e denaro. E cosa ancora più essenziale, i viaggi dal medico sono sempre stressanti per gli animali domestici.

Termometri per gatti e animali domestici

Se non hai bisogno di un termometro rettale per il tuo gatto di seguito abbiamo selezionato dei prodotti da acquistare facilmente su Amazon. Se, invece, vuoi soluzioni meno invasive e più facili da maneggiare puoi anche optare per termometri auricolari specializzati o laser senza contatto.

I termometri digitali forniscono una lettura quasi istantanea della temperatura corporea del gatto senza la necessità di stressarlo. Quello utile davvero di alcuni è che riescono a mostrare sia la temperatura corporea esterna che interna e fare letture in gradi Celsius e Fahrenheit. Alcuni possono sembrare un po ‘costosi.  Ma vale la pena investire se pensi di non poter gestire un termometro rettale.

I sensori termici di quelli laser funzionano come per magia purché siano a una distanza di 2-5 cm dal tuo gatto. E la parte migliore è che non devi pulirlo costantemente come fai con quelli rettali. Inoltre, è anche un ottimo investimento per le famiglie con più animali domestici se è necessario tenere traccia della temperatura corporea di diversi animali.

Indipendentemente dal tipo di termometro che sceglie di acquistare, ogni proprietario di gatto dovrebbe averne uno in casa. Tenere sotto controllo la temperatura corporea interna ed esterna del tuo animale domestico è un’attività semplice ma cruciale per garantire il benessere del tuo gatto. Se il tuo gatto ha la febbre o sintomi di influenza felina, contatta immediatamente il veterinario.

Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *